BANDO MISE “ECONOMIA CIRCOLARE”

Progetti di Ricerca e Sviluppo per la riconversione dei processi produttivi

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha posticipato al 10 Dicembre 2020 l’apertura del bando con cui intende sostenere progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi in un’ottica di economia circolare.

Possono beneficiare dell’iniziativa imprese di qualsiasi dimensione in forma singola o in aggregazione tra loro e/o con organismi di ricerca.

In particolare, il bando agevola i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di importo non inferiore a 500 mila euro e non superiore a 2 milioni di euro, relativi a:

  1. innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti, compreso il riuso dei materiali in un’ottica di economia circolare o a «rifiuto zero» e di compatibilità ambientale (innovazioni eco-compatibili);
  2. progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale, attraverso, ad esempio, la definizione di un approccio sistemico alla riduzione, riciclo e riuso degli scarti alimentari, allo sviluppo di sistemi di ciclo integrato delle acque e al riciclo delle materie prime;
  3. sistemi, strumenti e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l’uso razionale e la sanificazione dell’acqua;
  4. strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
  5. sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging) che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;
  6. sistemi di selezione del materiale multileggero, al fine di aumentare le quote di recupero e di riciclo di materiali piccoli e leggeri.

Sono ammissibili spese per il personale, strumenti e attrezzature, consulenze tecniche, brevetti, licenze, know-how, materiali per la realizzazione di prototipi, spese generali (25% forfettario calcolato sugli altri costi diretti).

L’agevolazione è composta da:

  • contributo a fondo perduto fino al 20% delle spese ammesse,
  • finanziamento agevolato di importo pari al 50% delle spese ammesse.

Per massimizzare le possibilità di successo è importante presentare la domanda nel primo giorno utile.

Contattaci per avere maggiori informazioni e per valutare insieme, senza alcun obbligo, la possibilità di presentare domanda in risposta all’iniziativa.