Credito di imposta

Novità 2020

La Legge di Bilancio 2020 prevede importanti novità in tema di incentivi alle imprese, con particolare riferimento al Piano Impresa 4.0, il credito di imposta per Ricerca e Sviluppo e Formazione 4.0.

Tra le altre:

  • previsione di un unico strumento di accesso tramite il credito di imposta ad intensità crescente;
  • applicabilità automatica delle misure;
  • anticipazione del momento di fruizione del beneficio: il credito fiscale è compensabile già a partire da gennaio dell’anno successivo all’investimento;
  • maggiore incentivazione per le competenze, l’economia circolare, il software ed i sistemi IT;
  • applicabilità del credito di imposta agli investimenti in innovazione e design.

Investimenti Impresa 4.0

L’iperammortamento viene sostituto da un credito di imposta variabile dal 20% al 40% per investimenti fino ad € 10.000.000 in beni materiali 4.0.

In luogo del superammortamento viene concesso un credito di imposta pari al 6% per l’acquisto di beni strumentali nuovi fino ad € 2.000.000.

Gli investimenti in software 4.0 possono beneficiare di un credito di imposta fino al 15% delle spese, con un massimo di 700 mila euro, senza vincolo di connessione con l’acquisto di beni materiali 4.0.

Altre agevolazioni per investimenti

La Nuova Sabatini, il Credito di imposta per investimenti al Sud ed il Credito di imposta per la partecipazione a fiere internazionali sono confermati e rifinanziati.

Ricerca e Sviluppo

Il credito di imposta per Ricerca & Sviluppo non viene più calcolato su base incrementale, ma in percentuale sulle spese sostenute.

L’agevolazione è pari a:

  • 12% per attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale,
  • 6% per spese di innovazione tecnologica, elevata al 10% in caso di progetti di innovazione 4.0 o con obiettivo di transizione ecologica “green”
  • 6% per le spese relative ad attività di design e all’ideazione estetica realizzate da imprese operanti nel settore tessile, moda, calzaturiero, occhialeria, orafo, mobile e arredo, ceramica.

Formazione 4.0

Confermato per il 2020 anche l’incentivo per la formazione in materia di Impresa 4.0. L’agevolazione varia dal 30% al 50% con un limite di € 300.000.

E’ inoltre prevista una maggiorazione nel caso i destinatari della formazione rientrino nelle categorie di lavoratori svantaggiati e non è più richiesta la stipula di contratti collettivi aziendali o territoriali.

Contattaci per maggiori informazioni.