SMART&START ITALIA

Finanziamenti a tasso zero per le start-up innovative

Il Ministero dello Sviluppo economico ha definito i nuovi criteri e le modalità di presentazione delle domande per l’accesso alla misura Smart&Start Italia, che ha l’obiettivo di sostenere la nascita e lo sviluppo, su tutto il territorio nazionale, di startup innovative.

Le nuove regole si applicheranno dal 20/01/2020.

Possono beneficiare dell’iniziativa start-up innovative (iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese) di piccola dimensione e costituite da non oltre 60 mesi o persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa in Italia.

I progetti devono avere un valore compreso fra € 100.000 ed € 1.500.000 e possono prevedere spese rientranti in una delle seguenti categorie:

  • per gli investimenti: impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche; componenti hardware e software; brevetti, licenze, know-how; consulenze tecniche specialistiche;
  • per la gestione: personale dipendente e collaboratori; licenze e diritti per titoli di proprietà industriale; servizi di accelerazione; canoni di leasing; interessi su finanziamenti esterni.

L’agevolazione consiste in un mutuo senza interessi, di importo pari all’80% delle spese ammissibili, elevabile fino al 90% nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca impegnato stabilmente all’estero da almeno un triennio.

Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.

Per le start-up localizzate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia è inoltre previsto un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo concesso (erogato in forma di restituzione parziale del mutuo).

Contattaci per maggiori informazioni